Toggle navigation
C:\fakepath\Ailo.jpg
Arena estiva Casa del Giovane - Martedì 7 luglio ore 21.30

Ailo - Un'avventura tra i ghiacci

di Guillaume Maidatchevsky — Francia, Finlandia, 2018, 86 minuti
Avventura

Con Fabio Volo.

Cinema Capitol  TRAILER
Cinema Capitol  SITO WEB
Cinema Capitol  PREVENDITA BIGLIETTI

Trama

La vita della piccola renna Ailo raccontata in sedici mesi e quattro stagioni, dal parto in primavera alla pubertà, attraverso paesaggi incontaminati e primitivi abitati da animali fantastici. E spesso, come scoprirà Ailo, molto pericolosi. Una renna, appena nata, impiega cinque minuti per alzarsi sulle sue zampe, cinque per cominciare a camminare e cinque per imparare a nuotare. Il documentario di Guillaume Maidatchevsky impiega un'ora e un quarto per convincerci che, tutto sommato, la vita di una renna valga un film - e il nostro tempo per starla a guardare.

Recensione

Aïlo - Un'avventura tra i ghiacci è un docufilm che racconta il primo anno di vita di una piccola renna in Lapponia ed è diretto in special modo al pubblico dei più piccoli.
Il piccolo, ribattezzato Aïlo, passa attraverso le classiche tappe dell'esistenza di un cervide: dalla necessità di imparare a reggersi sulle proprie zampe e a zampettare e correre fin dai primissimi istanti di vita, fino alla ricerca di cibo nella stagione fredda e agli spostamenti lungo il ciclo delle varie stagioni.
Scritto da Morgan Navarro e Marko Röhr, il principale attore non protagonista del film è il panorama che scorre sullo sfondo delle avventure della piccola renna al centro della narrazione: tra distese di neve mozzafiato, foreste sterminate e scorci di natura incontaminata, è facile perdersi anche solo nella bellezza del paesaggio e delle immagini che lo raccontano.
A fare da narratore per la versione italiana c'è Fabio Volo, che ha confidato di considerare Aïlo una specie di «Grande fratello dei ghiacci» visto che la natura documentaristica del film di fatto mette lo spettatore nella posizione di 'sbirciare' la vita di un cucciolo e, più in generale, una porzione di natura che mette insieme flora e fauna all'interno di un contesto incontaminato, dove l'uomo è totalmente assente.
Il paragone con il classico Disney Bambi è fin troppo facile ma Aïlo è qualcosa di essenzialmente diverso e si propone di dare un taglio naturalistico, ovviamente più reale in quanto documentario, alla storia che racconta rispetto a quanto non facesse il film animato sul cerbiatto più famoso del mondo di ormai quasi ottant'anni fa.